Il Museo

Stromboli è un’icona del paesaggio cinematografico siciliano. Lo sono tutte le Isole Eolie, che dalla fine degli anni ’40 entrano a far parte dell’immaginario contemporaneo al seguito di alcune note opere per il grande schermo.

Eppure, nel corso dei decenni la poesia e la storia delle isole non è stata fotografata solo dal grande cinema. Esiste infatti un altro racconto per immagini, fatto di documentari, reportage, film indipendenti che non arrivano alla notorietà dei classici, fino a lambire l’indefinibile nebulosa del filmato amatoriale. Un repertorio spesso considerato “minore”, ma che nasconde la testimonianza più viva e diretta della tumultuosa trasformazione delle isole, dagli anni della grande emigrazione al boom del turismo, dal risveglio dell’attenzione scientifica fino alle problematiche attuali.

Il Museo del Cinema di Stromboli nasce nel 2009 come luogo ideale dove raccogliere e restituire all’arcipelago la propria memoria visiva contemporanea, a partire proprio dagli sguardi meno noti che negli anni hanno raccontato quest’angolo molto particolare del Mediterraneo.

Dopo quattro anni di ricerche a tutto campo, e grazie al sostegno dell'Istituto Scolastico Comprensivo Salina e il contributo della Regione Sicilia, il Museo apre oggi la sua prima sala di esposizione di archivi audiovisivi eoliani presso la Scuola di Stromboli, con l’obiettivo di consolidarsi come progetto educativo permanente a disposizione di tutti, per un diverso studio e una nuova comprensione della storia di un luogo che è già patrimonio dell’umanità.

Nessun commento:

Posta un commento